IMPRENDITORIA
Imprenditoria femminile PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 15 Luglio 2010 15:42

Per le imprese 100 mln di euro per il rilancio

Presentato dal Sindaco e dall'Assessore Terzi alle Associazioni di Categoria il Protocollo per offrire alle Pmi un accesso agevolato al credito

 

Sostenere le micro e piccole imprese grazie a forme di credito agevolate attraverso un plafond di 100 milioni di euro. Con questo obiettivo è nato il Protocollo d’Intesa tra Comune di Milano e Banca Popolare di Milano firmato lo scorso gennaio e presentato oggi - alla presenza del Sindaco Letizia Moratti, dell’assessore alle Attività produttive Giovanni Terzi e del Presidente di BPM Massimo Ponzellini – alle associazioni di rappresentanza territoriale delle diverse categorie imprenditoriali e agli organismi di consorzio Fidi (Confidi).

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Luglio 2010 07:58
Leggi tutto...
 
LEGGI PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 19 Luglio 2010 07:48

Imprenditoria femminile: i finanziamenti previsti dalla Legge 215/92

La Legge 215/92 stabilisce i criteri per il finanziamento agevolato per l'imprenditoria femminile. Ecco alcune informazioni su questa legge, su come funziona e su chi può beneficiarne.

 

 

La legge 215/92 è lo strumento di agevolazione attraverso il quale il Ministero delle Attività Produttive mette a disposizione dell’imprenditoria femminile stanziamenti sotto forma di contributi a fondo perduto.

Finanziamenti imprenditoria femminile: come funziona la legge

La legge 215 opera con il meccanismo detto “a bando”: è possibile presentare la domanda di contributo in un determinato periodo di tempo, e tale domanda entra in graduatoria con le altre domande presentate in quel periodo di tempo. Le graduatorie sono stilate sulla base di parametri quali occupazione, partecipazione femminile all’impresa, programmi finalizzati al commercio elettronico e certificazioni ambientali e di qualità.

Ultimo aggiornamento Lunedì 19 Luglio 2010 08:09
Leggi tutto...